La cessione di una Azienda

Metto a vostra disposizione la mia pluriennale e vasta esperienza nell’ ambito del diritto societario per assistervi durante tutte le fasi dei negozi traslativi che abbiano per oggetto un’azienda, per la redazione dei relativi atti notarili e il rapido adempimento delle iscrizioni presso il Registro delle Imprese.

Un’azienda può essere oggetto di diversi negozi traslativi: cessione, conferimento in società, donazione, usufrutto o affitto.

Prima d’iniziare una procedura di trasferimento  è fondamentale valutare se i beni oggetto del trasferimento costituiscono un’azienda o siano solo dei singoli beni aziendali.

Tale analisi viene effettuata valutando la capacità o potenzialità produttiva dei beni.

Se i beni sono capaci di produrre altri beni o servizi si sta verificando il trasferimento di un’azienda, in caso negativo si stanno solo allineando dei beni.

Per informazioni senza impegno, contattaci

Tale norma è importante per verificare eventuali tentativi di frode fiscale, spesso si maschera il trasferimento di un’azienda con il trasferimento di singoli beni.

L’azienda è, infatti, un insieme di beni (mobili o immobili, materiali o immateriali, fungibili o infungibili) utilizzati dall’imprenditore per l’esercizio dell’impresa.

Un altro elemento che qualifica l’azienda è l’avviamento, ovvero il valore che l’impresa produce grazie a fattori specifici come reputazione della stessa, fidelizzazione della clientela ecc.

Questi elementi conferiscono al complesso dei beni aziendali un valore superiore rispetto alla somma dei singoli beni.

L’avviamento può essere oggettivo o soggettivo.

L’avviamento oggettivo deriva da fattori concreti e quantificabili, ad esempio l’efficiente organizzazione aziendale che consente la vendita di beni e servizi a un prezzo estremamente competitivo.

L’avviamento soggettivo è legato alla figura dell’imprenditore, alle sue capacità e reputazione.

Tramite il contratto di cessione d’azienda si trasferisce il complesso aziendale o un ramo dell’azienda da un cessionario a un acquirente dietro corrispettivo.

L’azienda viene ceduta nella sua totalità, ad eccezione che non vi siano altri accordi, quindi con debiti e crediti e subentrando dei rapporti contrattuali in essere che non abbiamo carattere personale.

Ad esempio, l’acquirente subentra nel contratto di locazione dell’immobile dove si esercita l’azienda anche senza il consenso del locatario.

Nel contratto di cessione è presente un divieto di concorrenza per l’alienante che, per un periodo massimo di 5 anni, non può iniziare una nuova impresa che abbia come oggetto un’attività volta a sviare la clientela dell’azienda ceduta.

In base all’accordo preso tra cessionario e acquirente il periodo del divieto di concorrenza può essere ridotto ma non aumentato e si può definire una competenza territoriale che sia comunale, provinciale o addirittura nazionale.

Con tale clausola la legislazione vigente si impegna a tutelare nel modo più completo possibile l’acquirente da ogni tentativo di concorrenza sleale.

Il contratto di cessione d’azienda deve essere redatto nella forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata ed è soggetto ad iscrizione nel Registro delle Imprese entro 30 giorni dalla stipula.

Base imponibile in caso di cessione di azienda.

Nel calcolo del valore imponibile del contratto di cessione d'azienda, ai fini dell' applicazione dell'imposta di registro, è consentito diminuire il valore dell'attivo aziendale in misura pari al valore delle passività che il cedente trasferisce e che passano quindi all’ acquirente l’azienda,ma solo se si tratta di passività "inerenti" all'azienda ceduta. Nota della Dre Lombardia

 

Il mio approccio ad ogni tipo di negozio traslativo è volto ad analizzarne in maniera accurata e completa le specifiche peculiarità per fornire una consulenza professionale finalizzata a consigliare e redigere le clausole più adatte da inserire in ogni contratto.

Credo, inoltre, che una precisa descrizione e valutazione dei beni e dei diritti dell’azienda trasferita rappresenti un altro elemento imprescindibile per garantirvi la completezza e trasparenza d’informazioni necessarie per prendere la decisione migliore.

Mi e' stato consigliato e devo dire che mi sono trovato bene

Marco (Rezzato)

Ho avuto informazioni precise e mi sono trovata bene

Marta (Brescia)

Mi sono trovata bene in un momento importante, come l' acquisto della prima casa

Carla (Orzinuovi)

Tutti molto disponibili, anche il Notaio, molto attento durante l' atto

Paolo (Bergamo)

Ci ha portato la banca (e io non ero convinto) ma mi sono trovato bene.

Patrizio (Adro)

Il mio geometra me l'ha consigliato, tutto bene e sopratutto senza ritardi

Alessandro (Romano di lombardia)

E' il notaio di famiglia praticamente da sempre e siamo sempre stati tranquilli e fiduciosi

Marilena (Caravaggio)

Tanti consigli ed indicazioni utili per i miei dubbi su quale forma societaria sia la migliore per me

Giuliano (Desio)

Ho gia' avuto modo di apprezzare la serieta' e professionalita' del Notaio anche in precedenti stipule

Daniele (Monza)

Mi sono trovata bene per la prima casa, sono tornata per l' acquisto della seconda

Annamaria (Lecco)

Indicazioni pratiche, che mi sono state molto utili, su come acquistare una casa all' asta

Enzo (Sarnico)

Chiaro, immediato nella spiegazione dei modi migliori per gestire le successioni per la famiglia

Massimo (Treviglio)

Consigliato da amici, mi sono trovata bene. Lo studio e' molto disponibile prima e dopo l'atto

Giambattista (Desenzano del Garda)

Per maggiori informazioni contattaci

Nome:*
Cognome:*
Telefono:*
Email:*
Città:*
Richiesta:
Consenso al trattamento:* (Informativa sulla Privacy)

Notaio Santarpia, del Distretto Notarile di Brescia con possibilità di stipula in tutta la Lombardia.

ORZINUOVI (BS)
Via Bagnadore n. 4 25034
Tel. +39 030 9941115
BRESCIA
Via Malta n. 7/c - 25124 Brescia (BS)
Tel. +39 030 2428304

Orario continuato dal Lun al Ven dalle 8,30 alle 18,30